QUICK INFO  ES | DE | FR | PT | RU | AR | CHI | JAP

Corti d’autore presenta Corti dall’altro mondo: selezione di cortometraggi surreali, assurdi, post-moderni.
Cinema Massimo – 30 maggio 2017, ore 20.30 – Sala Tre

Prosegue a maggio CORTI D’AUTORE, appuntamento mensile organizzato dal CNC - Centro Nazionale del Cortometraggio al Cinema Massimo che questo mese propone una selezione di corti dal titolo Corti dall’altro mondo.

 

Da qualche anno, nel cortometraggio italiano, si è affermata una tendenza al surreale e all’assurdo che viene declinata in tantissimi modi e stili. Un modo di affrontare e decifrare la realtà che capovolge le cifre del realismo tipicamente italiano. Sono corti che ci raccontano un nuovo cinema, un nuovo gusto e una nuova generazione di autori. In questo appuntamento di Corti d’autore: Lontano Ovest di Francesco Selvi, rilettura del western in concorso all’ultimo Torino Film Festival; Gibberish di Nathalie Biancheri, un omaggio post-moderno all’Antonioni degli anni Sessanta; il claustrofobico La stanza di Silvia Cremaschi; il kafkiano Svanire di Angelo Cretella e la riflessione sul doppio in Mirror di Daniele Barbiero. Ingresso 3.00 euro.


  apri
Tag: Area Stampa | Newsletter | News | Cinema Massimo | Mostre & Eventi | Museo |


Al via il 20° CinemAmbiente Environmental Film Festival di Torino.
Cinema Massimo – Dal 31 maggio al 5 giugno 2017 – Tutte le sale

I compleanni tondi inducono ai bilanci. Nei vent’anni di vita del festival la questione ambientale ha avuto una veloce accelerazione. Pericoli, una volta solo paventati, sono purtroppo diventati drammatiche realtà. Parallelamente l’evidenza dei problemi ha sviluppato nell’opinione pubblica, nella cultura e nell’arte, consapevolezza e attenzione verso i temi ambientali. Cinemambiente in questi anni si è trovato coinvolto in questo processo diventando, suo malgrado, catalizzatore di una tendenza in atto. Queste premesse vogliono introdurre, se non proprio una svolta, un tentativo di cambiamento: dare più spazio alle tante esperienze positive in atto e affiancare ai molti film di denuncia anche documenti di esperienze positive in atto. Siamo convinti che la società si stia muovendo, anche se in modo carsico, verso nuovi modelli. Si  parlerà di Transition Town, Just Transition, Green Society, Wwoof, vita comunitaria, economia circolare, mobilità sostenibile, housing sociale, agricoltura biologica e tante esperienze che hanno a che fare con la “positività”.

Il festival aprirà però ancora all’insegna della denuncia con il tradizionale “punto di Luca Mercalli” che rilegge questi anni e con il potente The Age of Consequences di Jared P. Scott, che mostra  cosa sta succedendo ora. In chiusura vedremo il riconciliante La Vallée des Loups di Jean-Michel Bertrand, che in Francia sta già mietendo successi. Nel mezzo circa cento film, tra cui tanti cortometraggi, genere generoso di riflessioni ambientali. Particolarmente ricca la sezione ECOKIDS dedicata alle scuole con proiezioni dai primi di maggio a fine festival. Ritornano il Premio letterario “Le ghiande di Cinemambiente” e il Premio “Movies Save the Planet” a uno scrittore e a un regista che si sono distinti nella propria carriera o nell’anno passato con opere particolarmente significative. Non sveliamo ancora i nomi. Fondamentali le collaborazioni con il Museo Regionale di Scienze Naturali, ITCILO, Unep, Università di Torino, Legambiente, Museo A come Ambiente, Xké? Il laboratorio della curiosità, Circolo dei lettori, Centro Studi Sereno Regis e tante altre realtà. Il festival, che è un evento del Museo Nazionale del Cinema, è stato realizzato con il supporto straordinario di tanti sponsor e della Città di Torino.

L’ingresso, trattandosi di film ad alto valore educativo, è gratuito.


  apri
Tag: Area Stampa | Newsletter | News | Cinema Massimo | Mostre & Eventi | Festival | Museo |


THE CITY I LIKE - Premiazione del Concorso di Media Education per i ragazzi dai 14 ai 18 anni
Cinema Massimo - Lunedì 5 giugno, ore 11 - Sala Due

Cerimonia di premiazione dei video realizzati dai ragazzi che hanno partecipato al concorso di Media Education THE CITY I LIKE


  apri
Tag: Area Stampa | Educ.a servizi educativi | Newsletter | News | Cinema Massimo | Mostre & Eventi | Festival | Pubblicazioni | Museo |


Doppio appuntamento per FUORI SCHERMO di maggio: Trilogia brasiliana di Enrico Masi e un omaggio a Maya Deren.
Cinema Massimo – 24/26 maggio 2017 – Sala Tre

L’appuntamento di maggio con FUORI SCHERMO si duplica e propone la Trilogia brasiliana di Enrico Masi e un omaggio a Maya Deren.

 

Mercoledì 24 maggio a partire dalle ore 18.00, presentiamo per la prima volta integralmente a Torino il progetto della Trilogia brasiliana, realizzato dal regista Enrico Masi grazie a un viaggio in Brasile sul finire del 2015. La trilogia si compone di tre documentari legati dall’impatto dei grandi eventi che si sono succeduti in Brasile nel giro di pochi anni (Olimpiadi e Mondiali di calcio) e i conflitti urbani conseguenti, affrontando in particolare il tema della resistenza abitativa. Ingresso libero alle ore 18.00, ingresso 3.00 euro alle ore 21.00.

 

Venerdì 26 maggio a partire dalle ore 18.00, sarà la volta di un’intera serata dedicata al genio di Maya Deren, della quale il 29 aprile di quest’anno ricorreva il centenario della nascita. Pioniera e leader del cinema off Hollywood del secondo dopoguerra (era nata a Kiev nel 1917), Maya Deren si dedicò al cinema sperimentale influenzando le esperienze underground degli anni Cinquanta e Sessanta. Nei suoi film, accanto alla danza, è notevole l’interesse per le atmosfere oniriche, la ricerca di immagini soggettive e l'uso sofisticato dei movimenti di macchina da presa. A lei ha dedicato un omaggio anche la regista Martina Kudlacek, con il documentario In the Mirror of Maya Deren. Ingresso 6.00/4.00/3.00 euro.


  apri
Tag: Area Stampa | Newsletter | News | Cinema Massimo | Mostre & Eventi | Museo |


PALCOSCENICO presenta, in occasione del debutto della versione teatrale del Nome della rosa di Umberto Eco al Teatro Carignano, la trasposizione cinematografica di Jean-Jacques Annaud.
Cinema Massimo – 25 maggio 2017, ore 18.00 – Sala Tre

Torna il felice appuntamento PALCOSCENICO che propone le trasposizioni cinematografiche degli spettacoli in cartellone al Teatro Stabile di Torino.

Il 23 maggio debutterà al Teatro Carignano la versione teatrale di uno dei più importanti romanzi del secondo Novecento: Il nome della rosa di Umberto Eco, nell’adattamento di Stefano Massini e per la regia di Leo Muscato. Un omaggio che parte da Torino, la città della sua formazione culturale, nel primo anniversario della scomparsa del grande intellettuale. Tradotto in 47 lingue, Il nome della rosa ha vinto il Premio Strega nel 1981, mentre la sua versione cinematografica è stata diretta da Jean-Jacques Annaud. Per l’occasione quest’ultima sarà riproposta nella sala Tre del Cinema Massimo, a oltre trent’anni dalla sua uscita nella sale.

Ingresso 5.00 euro.


  apri
Tag: Area Stampa | Newsletter | News | Cinema Massimo | Mostre & Eventi | Museo |



<Indietro | 1 - 5 di 1261 | Avanti>
Contatti
Ufficio Stampa
Tel. +39 011 8138 509 – 510
ufficiostampa@museocinema.it
http://www.museocinema.it/css/rtl/
 
Soci fondatori
Regione Piemonte Provincia Torino Citta di Torino San Paolo CRT GTT museo cinema
sponsor dx
soci sostenitori
sponsor sx sponsor dx
membro effettivo  




INFORMATIVA SUI COOKIE
Usiamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di utilizzo del sito. Continuando la navigazione nel sito senza cambiare la configurazione del tuo browser, potremo ritenere che accetti di ricevere cookie da questo sito.
In ogni caso, se preferisci, puoi modificare la configurazione dei cookie in qualunque momento. Tutti i moderni browser, infatti, ti consentono di modificare tali impostazioni. Abitualmente puoi trovare queste configurazioni nei menu "opzioni" o "preferenze" del tuo browser.
chiudi